Nuvolette di pensieri

Mormora l'acqua del ruscello

Codice o percorso

su 16 novembre 2015

monnalisa_

 

Nel tentativo di assicurare una migliore capacità di intervento, identificazione e contrasto alla violenza, negli ultimi anni si sta cercando di creare dei protocolli operativi per il personale operante nel pronto soccorso, per renderlo “attento” ad alcuni campanelli di allarme anche meno evidenti, per poter dare il giusto supporto e intraprendere un iter specifico e idoneo. Il Codice Rosa Bianca, nato nel 2010 nell’Azienda USL 9 di Grosseto come progetto pilota (la dottoressa Vittoria Doretti, dirigente medico anestesista, è la “madre” di questo progetto), rappresenta un percorso di accesso al pronto soccorso riservato a tutte le vittime di violenze: donne, uomini, adulti e minori che hanno subito maltrattamenti e abusi. Tale codice viene aggiunto insieme a quello che identifica la gravità del paziente. Il gruppo operativo (composto da personale sanitario, medici, infermieri, psicologi e dalle forze dell’ordine) si occupa di fornire cure e sostegno adeguato alla vittima, avvia le procedure di indagine per individuare l’autore della violenza e se necessario attiva le strutture territoriali. Al codice inoltre è dedicata una stanza apposita all’interno pronto soccorso, la Stanza Rosa, dove vengono create le migliori condizioni per l’accoglienza delle vittime.

Da essere progetto pilota si è diffuso in tutti i pronto soccorso della Toscana e via via hanno aderito altre strutture anche fuori regione (dati aggiornati a maggio 2015, forniti da FIASO – se ne parlava anche qui):

Ospedale di Legnano
Ospedale di Magenta (Asl Milano 1)
Ospedale di Castiglione delle Stiviere (Mantova)
Asl Torino 2
Ulss 8 Treviso (ospedali di Castelfranco e Montebelluna)
Asl n. 5 Spezzino
Servizio di soccorso violenza sessuale della Clinica Mangiagalli di Milano
Sportello presso il Policlinico Umberto I di Roma
Ospedale di Ostia (Asl Roma D)
Ospedali di Guidonia e Tivoli (Asl Roma G)
Policlinico di Bari
Aou di Foggia
Ospedale San Carlo di Potenza
Asp di Ragusa
Ospedale di Milazzo
ASP Siracusa
Aou San Giovanni di Dio di Cagliari
Asl di Nuoro
Ospedale San Pietro-Fatebenefratelli di Roma

Ci sono stati inoltre contatti anche con altre realtà, che spesso hanno implementato un loro percorso antiviolenza o che sono interessate ad adottare il modello:

Ospedale di Borgomanero (Asl 13 di Novara)
Ospedale di Casale Monferrato (Asl di Alessandria)
Ospedale di Cerignola (Asl di Foggia)
Asl di Viterbo
Ospedale di Civitavecchia (Asl Roma F)
Ospedale di Fano (Ospedali riuniti Marche nord)
Ospedale di Polistena (Asp di Reggio Calabria)
Ospedale di Bolzano (As dell’Alto Adige)
Ospedale di Gorizia (Ass n. 2 Bassa Friulana-Isontina)
Ospedale di Campobasso (Asrem)
Ospedale di Belluno (Ulss 1 di Belluno)

Il codice rosa a Sapri (ringrazio Maddalena per la segnalazione):

 

Ai primi di novembre 2015, sembra arrivare qualche novità a livello dell’intera Lombardia. Leggo questo comunicato sul profilo Fb della consigliera 5stelle Paola Macchi:

Con un emendamento del M5S Lombardia i “percorsi rosa” entrano nel “Piano quadriennale regionale per le politiche di parità e di prevenzione e contrasto alla violenza contro le donne” votato martedì dal Consiglio Regionale della Lombardia. Pianificare azioni concrete contro la violenza alle donne è fondamentale, i casi di femminicidio sono all’ordine del giorno. Per questo la battaglia sui percorsi rosa, insieme alle altre in difesa dei diritti dei più deboli, è stata portata avanti dalla nostra portavoce Regionale Paola Macchi fin dall’ingresso in questa istituzione. Sui “percorsi rosa” infatti, ovvero percorsi di accoglienza specifici nei nostri Pronto Soccorso per le persone che hanno subito violenza sessuale o domestica, il consiglio aveva già approvato nell’ultimo periodo una nostra mozione e ben due ordini del giorno.

Sicuramente mettere a sistema un protocollo di azione contro la violenza è un segnale positivo. Vorrei fare però una domanda e mi rivolgo direttamente alla consigliera Macchi, per capire differenze e peculiarità dei percorsi rosa rispetto a quanto sperimentato dal 2010 con il codice rosa bianca, tra l’altro già operativo in alcune strutture della regione Lombardia. Perché non applicare qualcosa di già collaudato? Ricordiamo che a fine 2014 era anche stato siglato un protocollo dalla Fiaso, la Federazione che rappresenta appunto Asl e Ospedali, con il placet del Ministro della Giustizia, Andrea Orlando e della Ministra della Salute, Beatrice Lorenzin.

Ringrazio in anticipo per la risposta.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Non Una Di Meno - Milano

Sciopero globale Lotto Marzo

ilportodellenuvole.wordpress.com/

I tessitori di nuvole hanno i piedi ben piantati per terra

paroladistrega

BARBARA GIORGI

Variabili Multiple

Uguali e Diversi allo stesso tempo. A Sinistra con convinzione.

Blog delle donne

Un blog assolutamente femminista

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Time will tell

And I'll be there to listen

Aspettare stanca

per una presenza qualificata delle donne in politica e nei luoghi decisionali

mammina(post)moderna

Just another WordPress.com site

Femminismi Italiani

Il portale dei femminismi italiani e dei centri antiviolenza

violetadyliphotographer

Just another WordPress.com site

Last Wave Feminist

"Feminism requires precisely what patriarchy destroys in women: unimpeachable bravery in confronting male power." Andrea Dworkin

Links feminisme

geen feminisme zonder socialisme, geen socialisme zonder feminisme

Rosapercaso

O di come una femminista convinta iniziò a scrivere rosa

vocedelverbomammmare

tutto, ma proprio tutto di noi

Stiamo tutti bene

Le tragicomiche avventure di una famiglia di nome e di fatto

Abolition du système prostitueur

Blog du collectif Abolition 2012

REAL for women

Reflecting Equality in Australian Legislation for women

Banishea

Gegen Prostitition. Für Frauen. Für Selbstbestimmung und Unabhängigkeit. Gegen Sexkauf. Not for Sale. Weil Frauen keine Ware sind.

Psicodinamica

idee di psicologia e psicoterapia

Sarah Ditum

Writing, etc.

Femina Invicta

Feminist. Activist. Blogger.

THE FEM

A Feminist Literary Magazine

O capitano! Mio capitano!...

"Ci sono persone che sanno tutto e purtroppo è tutto quello che sanno." [Oscar Wilde]

Diana

"Nell'ora più profonda della notte, confessa a te stesso che moriresti se ti fosse vietato scrivere. E guarda profondamente nel tuo cuore dove esso espande le sue radici, la risposta, e ti domandi, devo scrivere?". Rilke

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: