Nuvolette di pensieri

Mormora l'acqua del ruscello

Particolari condizioni educative

su 20 giugno 2015

empatia2

 

A rischio di sembrare troppo teorica, scrivo questo pezzo, per parlare di relazioni, di patriarcato e di gerarchie. Scrive Sarah Hrdy:

“Se l’empatia e la comprensione si sviluppano solo in base a particolari condizioni educative, e se un numero sempre maggiore di specie non riesce a trovare queste condizioni e, ciò nonostante, sopravvive solo per riprodursi, non conterà quanto sia stato prezioso, in passato, favorire la collaborazione. La compassione e il bisogno di relazione a livello emotivo di affievoliranno, esattamente come la vista del pesce cieco delle caverne.”

All’origine di tutto è la creazione di un ordine gerarchico, che si basa sulla frantumazione del nostro io e del rapporto mente-corpo, scoraggiando anche relazioni sane tra individui che sbarrerebbero la strada a un sistema verticistico. Anziché avere un sistema di relazioni orizzontali, democratiche, dove ogni parola e contributo hanno cittadinanza, si tende a spezzare la capacità di sentire l’altro, di accogliere. È un processo tipico del patriarcato, che tende a impiantare mentalità innaturali, schiacciando la dignità dell’essere che sembra non avere più spazio e viene marginalizzata, in funzione e nel nome di una costruzione estranea, a un obiettivo, a una causa sempre più lontana. Spesso ci capitano delle situazioni in cui non siamo in grado di dire con le nostre parole cosa stia accadendo, non sappiamo cosa sia, ma dentro di noi vediamo chiaramente che è un qualcosa che ci fa male. Quando parlavo di voce autentica, mutuando un concetto più volte ribadito da Carol Gilligan, mi appellavo a un rivendicare una ribellione non solo teorica, ma soprattutto pratica, nel nostro quotidiano, verso tutte le forme di scissione, di schiacciamento a cui è soggetto il nostro essere, la nostra coscienza, la nostra essenza. Voce che arriva ad essere autentica se riesce a porsi le giuste domande, senza tralasciare risposte o posizioni scomode.
Recuperare relazioni fondate sull’empatia è la chiave. Molti studi antropologici hanno sottolineato che il progresso umano è stato reso possibile grazie alla collaborazione di tutti i membri del gruppo sociale, del clan ecc. La nostra resilienza deve portarci in questo senso, a riscoprire e a ri-praticare formule di vita solidali, che non ci imbavaglino in un intricato e incomprensibile sistema di relazioni opportunistiche, a ciclo chiuso e autoreferenziale. Impariamo a non farci imbrigliare in sistemi verticali di potere (economici e sociali), dove qualcuno è sacrificabile perché si trova a un gradino inferiore della scala gerarchica. Nessuna voce è sacrificabile. Nessuno ci è estraneo.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

tiritere72663953.wordpress.com/

"Alle giovani dico sempre di non abbassare la guardia, non si sa mai". Miriam Mafai

Il blog di Paola Bocci

Vi porto in Regione con me

Non Una Di Meno - Milano

Contro la violenza maschile sulle donne e tutte le forme di violenza di genere

ilportodellenuvole.wordpress.com/

I tessitori di nuvole hanno i piedi ben piantati per terra

Variabili Multiple

Uguali e Diversi allo stesso tempo. A Sinistra con convinzione.

Blog delle donne

Un blog assolutamente femminista

PARLA DELLA RUSSIA

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Critical thinking

Sociology, social policy, human rights

Aspettare stanca

per una presenza qualificata delle donne in politica e nei luoghi decisionali

mammina(post)moderna

Just another WordPress.com site

Femminismi Italiani

Il portale dei femminismi italiani e dei centri antiviolenza

violetadyliphotographer

Just another WordPress.com site

Il Golem Femmina

Passare passioni, poesia, bellezza. Essere. Antigone contraria all'accidia del vivere quotidiano

Last Wave Feminist

"Feminism requires precisely what patriarchy destroys in women: unimpeachable bravery in confronting male power." Andrea Dworkin

Links feminisme

geen feminisme zonder socialisme, geen socialisme zonder feminisme

Rosapercaso

La felicità delle donne è sempre ribelle

vocedelverbomammmare

tutto, ma proprio tutto di noi

Stiamo tutti bene

Le tragicomiche avventure di una famiglia di nome e di fatto

Abolition du système prostitueur

Blog du collectif Abolition 2012

REAL for women

Reflecting Equality in Australian Legislation for women

Banishea

Gegen Prostitition. Für Frauen. Für Selbstbestimmung und Unabhängigkeit. Gegen Sexkauf. Not for Sale. Weil Frauen keine Ware sind.

Psicodinamica

idee di psicologia e psicoterapia

Sarah Ditum

Writing, etc.

Femina Invicta

Feminist. Activist. Blogger.

THE FEM

A Feminist Literary Magazine

O capitano! Mio capitano!...

"Ci sono persone che sanno tutto e purtroppo è tutto quello che sanno." [Oscar Wilde]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: