Nuvolette di pensieri

Mormora l'acqua del ruscello

Informiamo e informiamoci

su 6 ottobre 2014

cruci sess La notizia dei manifestanti pro-life che tornano in piazza il 25 ottobre a Milano ed episodi come quello accaduto al pronto soccorso di Voghera (qui un bell’articolo di Chiara Lalli) ci spingono a non stare tranquilli. Ignoranza e omissione di servizio sono fenomeni in pericoloso aumento. Il fatto di ignorare (in buona o cattiva fede non importa) cosa sia la “pillola del giorno dopo” denota l’approssimazione con cui si ricoprono certi ruoli e su come la sanità seleziona i suoi dipendenti. In Lombardia il monopolio di un modo, di stampo confessionale, di tutelare la salute, diventa estremamente invasivo e pericoloso. Così come la decisione di mettere un numero chiuso sulle IVG. In questo modo una legge dello stato viene di fatto aggirata, applicata male e crea delle forme di violenza legalizzata sulla pelle delle donne. Questa infermiera che si prodiga a “salvare vite”, mi ha ricordato tanto il sistema americano delle false cliniche per abortire (qui). Solo che da noi questa “libera iniziativa filantropica” degli operatori sanitari, volta a scoraggiare le donne, avviene in strutture pubbliche. Immagino che i casi di queste due ragazze non siano isolati e che già in passato la stessa infermiera avesse elargito i suoi consigli indesiderati e non previsti dal suo ruolo. Sarebbe interessante fare un’indagine anche altrove. Non importa se tale comportamento fosse dettato dalla coscienza o dalle credenze religiose dell’operatrice sanitaria. Il dialogo che ha pensato di offrire, non era richiesto e soprattutto non è giustificabile se l’effetto finale è stato quello di allontanare, scoraggiando le pazienti, e di fatto non fornire il servizio. Ci sarà un protocollo da seguire in questi casi? Oppure, è tollerabile che motivazioni personali possano incidere sull’attività clinica? Ok, siete obiettori, allora le strutture devono affiancare anche personale non obiettore, affinché sia assicurato un diritto previsto dalla 194. Tutto questo produce un aggravio di costi e una più complicata gestione del personale e dei turni? Che si voglia o no, occorre intervenire e sanare la situazione. Lo stato dovrebbe vigilare sulle percentuali di obiettori o di dipendenti come l’infermiera di Voghera. Spero che ci sia un provvedimento esemplare. Altrimenti si continuerà a fare gli struzzi e a pagare per servizi che non ci sono o che sono soggetti a valutazioni personali, del tutto aleatorie. Dobbiamo combattere portando informazione corretta, consapevolezza e conoscenza laddove si fa solo disinformazione e terrorismo psicologico. L’ignoranza è una brutta bestia (basta vedere il risultato di questa indagine)! L’idea del consultorio in piazza o del cruciverba (nella foto) hanno proprio questo scopo: far riflettere e rendere le persone consapevoli della propria sessualità e del proprio corpo. Per combattere, argomentando con contenuti solidi, le false informazioni diffuse su certi temi. L’ultima parola deve restare delle donne; la scelta di una persona non può essere violata e manipolata da nessuno!

p.s. 07/10/2014

Vi segnalo il contest Liberi di Amare, organizzato da AIED (Associazione Italiana per l’Educazione Demografica) di Roma e Cocoon Projects. Una gara di idee che coinvolge direttamente i ragazzi di tutta Italia e li invita a presentare progetti creativi e innovativi per promuovere efficacemente una sessualità consapevole e felice, basata su una cultura di prevenzione e salute.

Aggiornamento 07/10/2014

Alla fine l’infermiera ha scelto di “dimettersi volontariamente” (qui).


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

tiritere72663953.wordpress.com/

"Alle giovani dico sempre di non abbassare la guardia, non si sa mai". Miriam Mafai

Il blog di Paola Bocci

Vi porto in Regione con me

Non Una Di Meno - Milano

Contro la violenza maschile sulle donne e tutte le forme di violenza di genere

ilportodellenuvole.wordpress.com/

I tessitori di nuvole hanno i piedi ben piantati per terra

Variabili Multiple

Uguali e Diversi allo stesso tempo. A Sinistra con convinzione.

Blog delle donne

Un blog assolutamente femminista

PARLA DELLA RUSSIA

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Critical thinking

Sociology, social policy, human rights

Aspettare stanca

per una presenza qualificata delle donne in politica e nei luoghi decisionali

mammina(post)moderna

Just another WordPress.com site

Femminismi Italiani

Il portale dei femminismi italiani e dei centri antiviolenza

violetadyliphotographer

Just another WordPress.com site

Il Golem Femmina

Passare passioni, poesia, bellezza. Essere. Antigone contraria all'accidia del vivere quotidiano

Last Wave Feminist

"Feminism requires precisely what patriarchy destroys in women: unimpeachable bravery in confronting male power." Andrea Dworkin

Links feminisme

geen feminisme zonder socialisme, geen socialisme zonder feminisme

Rosapercaso

La felicità delle donne è sempre ribelle

vocedelverbomammmare

tutto, ma proprio tutto di noi

Stiamo tutti bene

Le tragicomiche avventure di una famiglia di nome e di fatto

Abolition du système prostitueur

Blog du collectif Abolition 2012

REAL for women

Reflecting Equality in Australian Legislation for women

Banishea

Gegen Prostitition. Für Frauen. Für Selbstbestimmung und Unabhängigkeit. Gegen Sexkauf. Not for Sale. Weil Frauen keine Ware sind.

Psicodinamica

idee di psicologia e psicoterapia

Sarah Ditum

Writing, etc.

Femina Invicta

Feminist. Activist. Blogger.

THE FEM

A Feminist Literary Magazine

O capitano! Mio capitano!...

"Ci sono persone che sanno tutto e purtroppo è tutto quello che sanno." [Oscar Wilde]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: