Nuvolette di pensieri

Mormora l'acqua del ruscello

Nasko e Cresco

su 1 aprile 2014

DAISY

Oggi ho letto questo articolo sul giro di vite deciso dalla Regione Lombardia in merito ai fondi Nasko e Cresco, a favore di donne in difficoltà economiche in attesa di un figlio.

In pratica la giunta Maroni ha deciso di fissare un paletto di 5 anni di residenza come pregiudiziale per accedere ai fondi. Questo è già un aspetto diabolico, ideologicamente partorito da menti insane, alimentato da una visione xenofoba delle tutele. Ma, la questione che mi porta ad avere un ulteriore disturbo gastrico è proprio sull’istituzione di questi fondi e come vengono erogati. Mi sembra veramente assurdo che venga previsto un sostegno economico subordinato all’espressione della volontà di abortire. In pratica, accade che se una donna va ad abortire, le viene proposto di accedere ai fondi Nasko e Cresco, al fine di recedere dal suo intento. Mi chiedo, ma se una donna ha deciso per la IVG, perché metterla sotto pressione, paventandole un contributo economico? Tutto rientra in un approccio perverso alla maternità. Questi fondi possono innescare meccanismi non esattamente puliti. La genitorialità non può essere subordinata a una sorta di assegno temporaneo, deve essere una scelta consapevole e slegata da qualsiasi logica pecuniaria. Cosa accade, quando si interrompono gli assegni? Non capisco la logica che lega la maternità a un assegno di denaro, al giorno d’oggi. In pratica, lo stato ti elargisce un sostegno solo se prima dichiari di voler interrompere la gravidanza. Ma ci rendiamo conto? Per assurdo, questo incentivo non spetta a coloro che pur avendo condizioni disagiate, decidono comunque di avere il bambino. Quindi, se sei a conoscenza dei fondi e dei loro meccanismi, è vivamente consigliato di fare la pantomima di voler ricorrere all’IVG, altrimenti niente soldini. Trovo questo meccanismo terribile.

Ora con questo limite dei 5 anni di residenza, verrebbero escluse proprio coloro che avrebbero maggior bisogno di tutela. Vergognoso.

Inoltre, chiediamo che venga cancellata la condizione preliminare (aver dichiarato di voler interrompere la gravidanza) per accedere ai fondi. Se davvero vogliamo aiutare le donne.

Deve essere un sostegno alla maternità, a priori e incondizionato. Altrimenti è propaganda e diventa uno strumento altamente pericoloso.

 

Ringrazio http://www.zeroviolenzadonne.it per la rassegna stampa da cui ho tratto l’articolo allegato.

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

tiritere72663953.wordpress.com/

"Alle giovani dico sempre di non abbassare la guardia, non si sa mai". Miriam Mafai

Il blog di Paola Bocci

Vi porto in Regione con me

Non Una Di Meno - Milano

Contro la violenza maschile sulle donne e tutte le forme di violenza di genere

ilportodellenuvole.wordpress.com/

I tessitori di nuvole hanno i piedi ben piantati per terra

Variabili Multiple

Uguali e Diversi allo stesso tempo. A Sinistra con convinzione.

Blog delle donne

Un blog assolutamente femminista

PARLA DELLA RUSSIA

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Critical thinking

Sociology, social policy, human rights

Aspettare stanca

per una presenza qualificata delle donne in politica e nei luoghi decisionali

mammina(post)moderna

Just another WordPress.com site

Femminismi Italiani

Il portale dei femminismi italiani e dei centri antiviolenza

violetadyliphotographer

Just another WordPress.com site

Il Golem Femmina

Passare passioni, poesia, bellezza. Essere. Antigone contraria all'accidia del vivere quotidiano

Last Wave Feminist

"Feminism requires precisely what patriarchy destroys in women: unimpeachable bravery in confronting male power." Andrea Dworkin

Links feminisme

geen feminisme zonder socialisme, geen socialisme zonder feminisme

Rosapercaso

La felicità delle donne è sempre ribelle

vocedelverbomammmare

tutto, ma proprio tutto di noi

Stiamo tutti bene

Le tragicomiche avventure di una famiglia di nome e di fatto

Abolition du système prostitueur

Blog du collectif Abolition 2012

REAL for women

Reflecting Equality in Australian Legislation for women

Banishea

Gegen Prostitition. Für Frauen. Für Selbstbestimmung und Unabhängigkeit. Gegen Sexkauf. Not for Sale. Weil Frauen keine Ware sind.

Psicodinamica

idee di psicologia e psicoterapia

Sarah Ditum

Writing, etc.

Femina Invicta

Feminist. Activist. Blogger.

THE FEM

A Feminist Literary Magazine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: