Nuvolette di pensieri

Mormora l'acqua del ruscello

La sovranità, il nomos e le stelle

su 10 gennaio 2014

Noi siamo qui su questa minuscola penisola, ad arrabattarci ancora su questioni che, se fossimo in grado di capire in che secolo e in che contesto viviamo, dovrebbero considerarsi superabili e non sarebbero coperte dalle ragnatele di un pensiero stantio. Siamo ancorati a un sistema di leggi e di sovranità che ancora incarna il modello degli stati nazionali ottocenteschi e il nostro modo di affrontare i flussi migratori, per esempio, ne è un chiaro sintomo. Non siamo capaci di guardare altrove, siamo con lo sguardo puntato verso il basso e i nostri confini mentali e fisici sono immutati. Non è un problema di globalizzazione, fenomeno che è in atto da molto tempo prima che si diffondesse il panico e che molti studiosi hanno analizzato quando era agli albori. I meccanismi si sono innescati ancor prima che i movimenti no-global emettessero i primi vagiti. Tutto rientra in un movimento globale ciclico volto alla ricerca, affermazione e distruzione di equilibri. Il sistema mondo elabora soluzioni e ridefinisce continuamente se stesso, i suoi equilibri, le sue distorsioni e i suoi “centri magnetici”. In Italia ragioniamo ancora come se fossimo in una bolla chiusa, un mondo ancora guaribile con misure blande o con criteri buoni per stregoni che impongono le loro mani sulla zona malata. Le nostre malattie vengono vissute in termini “speciali”, ci consideriamo delle eccezioni, entità divine da difendere, laddove occorrerebbe affrontarle in modo più generale e meno locale. Il locale non è detto che sia sinonimo di meglio. Ogni tentativo di ragionamento è sempre coperto da una coltre di pregiudizi e di arroganza. Facciamo tutto in casa, ma non ci accorgiamo che là fuori il mondo intero è cambiato. Prima che ce ne accorgiamo sarà ulteriormente cambiato. Non riusciamo a cogliere nessun fenomeno e rimaniamo come statue neoclassiche, bianche, con lo sguardo fisso a guardare i nostri presunti fasti del passato. Il nostro sistema normativo è vissuto come un pesante fardello perché è concepito secondo strutture e modelli che non esistono più. I nostri limiti risiedono nel voler applicare norme concepite per un sistema chiuso a un sistema globale che non può che essere aperto e magmatico. Figuriamoci se siamo pronti ad affrontare sfide come questa, che oltrepassano i confini della nostra atmosfera.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Non Una Di Meno - Milano

Contro la violenza maschile sulle donne e tutte le forme di violenza di genere

ilportodellenuvole.wordpress.com/

I tessitori di nuvole hanno i piedi ben piantati per terra

paroladistrega

BARBARA GIORGI

Variabili Multiple

Uguali e Diversi allo stesso tempo. A Sinistra con convinzione.

Blog delle donne

Un blog assolutamente femminista

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Time will tell

And I'll be there to listen

Aspettare stanca

per una presenza qualificata delle donne in politica e nei luoghi decisionali

mammina(post)moderna

Just another WordPress.com site

Femminismi Italiani

Il portale dei femminismi italiani e dei centri antiviolenza

violetadyliphotographer

Just another WordPress.com site

Last Wave Feminist

"Feminism requires precisely what patriarchy destroys in women: unimpeachable bravery in confronting male power." Andrea Dworkin

Links feminisme

geen feminisme zonder socialisme, geen socialisme zonder feminisme

Rosapercaso

Una femminista alle prese con il rosa

vocedelverbomammmare

tutto, ma proprio tutto di noi

Stiamo tutti bene

Le tragicomiche avventure di una famiglia di nome e di fatto

Abolition du système prostitueur

Blog du collectif Abolition 2012

REAL for women

Reflecting Equality in Australian Legislation for women

Banishea

Gegen Prostitition. Für Frauen. Für Selbstbestimmung und Unabhängigkeit. Gegen Sexkauf. Not for Sale. Weil Frauen keine Ware sind.

Psicodinamica

idee di psicologia e psicoterapia

Sarah Ditum

Writing, etc.

Femina Invicta

Feminist. Activist. Blogger.

THE FEM

A Feminist Literary Magazine

O capitano! Mio capitano!...

"Ci sono persone che sanno tutto e purtroppo è tutto quello che sanno." [Oscar Wilde]

Diana

"Nell'ora più profonda della notte, confessa a te stesso che moriresti se ti fosse vietato scrivere. E guarda profondamente nel tuo cuore dove esso espande le sue radici, la risposta, e ti domandi, devo scrivere?". Rilke

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: